SUDDIVISIONE AREA COMUNE IN POSTI AUTO: DIMENSIONI DI LEGGE ED INSUFFICIENZA SPAZIO

A.C.A.I. “Professionisti per i Professionisti” Forum PARTI COMUNI & PRIVATE SUDDIVISIONE AREA COMUNE IN POSTI AUTO: DIMENSIONI DI LEGGE ED INSUFFICIENZA SPAZIO

Questo argomento contiene 3 risposte, ha 2 partecipanti, ed è stato aggiornato da massimo diaco massimo diaco 2 anni, 8 mesi fa.

  • Autore
    Articoli
  • #6145
    valentina spada
    valentina spada
    Partecipante

    Buongiorno a tutti
    Ho bisogno di un chiarimento in merito alla ripartizione di un’area del giardino condominiale adibita a parcheggio.
    Essendo una zona condominiale va ripartita in base ai millesimi di proprietà????
    E se i posti ricavati fossero insufficienti per tutti i condomini????

  • #6152
    massimo diaco
    massimo diaco
    Partecipante

    Ciao, Vale.
    La risposta viene dalla Cassazione con la sentenza n.820 del 2014, che ribadisce come “l’utilizzazione della parte comune ..omissis.. non è certamente in rapporto con la quota maggiore o minore di proprietà del singolo condomino ed è totalmente sganciata dalle “tabelle millesimali” utilizzate per il calcolo delle spese relative alla gestione del bene stesso”. In definitiva, il diritto d’uso sulle parti comuni è paritario e ciò vale anche per il parcheggio delle auto.
    Nel caso in cui i posti fossero insufficienti, va deliberata in Assemblea, con almeno 500 millesimi, la turnazione attinente all’uso dell’area, secondo criteri scelti e condivisi dalla maggioranza, augurandosi che civili condomini la rispettino.
    Non dovesse accadere, discuteremo di altro diritto e di altre sentenze

  • #6153
    valentina spada
    valentina spada
    Partecipante

    Ciao Massimo
    grazie per le preziose delucidazioni, mi sapresti dire se le dimensioni dei parcheggi e dello spazio di manovra sono standard e sono disciplinati da norme?????

  • #6155
    massimo diaco
    massimo diaco
    Partecipante

    Ciao Valentina.
    Ti propongo, dal mio archivio, il D.M. n°38, del 15.02.1986, che stabilisce, tra tutti gli altri parametri di riferimento, in 20 mq la superficie specifica minima di parcheggio per le autorimesse non sorvegliate ed in 10 per quelle sorvegliate ed autosilo.
    Le corsie di manovra per consentire il facile movimento degli autoveicoli devono avere ampiezza non inferiore a 4,5 m e 5 m nei tratti antistanti i box, o posti auto, ortogonali alla corsia.
    Nel caso in cui le corsie di manovra risultino di grandezza inferiore al minimo prescritto, è ammesso che le corsie stesse, per tratti limitati, abbiano larghezza non inferiore a 3,00 m, a condizione che sia installata apposita segnaletica che evidenzi i restringimenti di corsia, integrata, in corrispondenza dei cambi di direzione delle corsie stesse, da idonei sistemi ottici (p.es. specchi parabolici).
    Gli ingressi alle autorimesse devono essere ricavati su pareti prospicienti vie, piazze pubbliche o private, oppure spazi a cielo aperto.
    Se l’ingresso avviene tramite rampa, si considera ingresso l’apertura in corrispondenza della rampa.
    Ogni compartimento deve essere servito di rampe a senso unico di marcia di ampiezza ciascuna non inferiore a 3 m o da una rampa a doppio senso di marcia di ampiezza non inferiore a 4,5 m.
    Per le autorimesse sino a 15 autovetture è consentita una sola rampa di ampiezza non inferiore a 3 metri.
    Per autorimesse oltre 15 e fino a 40 autovetture è consentita una sola rampa di ampiezza non inferiore a 3,00 m a condizione che venga installato un impianto semaforico idoneo a regolare il transito, sulla rampa medesima, a senso unico alternato.
    Ho cercato di sintetizzare le dimensioni base, valgono che io sappia, oltre che per le autorimesse, anche indicativamente per gli spazi condominiali a cielo aperto destinati a parcheggio.
    Molti stabili hanno comunque autorimesse nei piani interrati.

Devi essere loggato per rispondere a questa discussione.